Richiesto il giudizio immediato per un giovane 29enne di Roccapiemonte, accusato di atti violenti, minatori e persecutori ai danni della moglie. Nel 2012 il 29enne avrebbe incendiato l’auto del suocero, reo – secondo lui – di essersi intromesso nella relazione tra i due coniugi. Arrestato lo scorso 28 agosto, il giovane risultò in possesso di oggetti utili ad offendere, di una catena metallica e di un coltello.

(Francesca Gaudiano)