La Procura di Salerno ha aperto un fascicolo su EcoAmbiente e Consorzio di Bacino Salerno 2 riguardante la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. L’indagine, secondo il quotidiano “Il Mattino”, sarebbe partita dalla Direzione Distrettuale Antimafia durante controlli su pregiudicati della camorra dell’Agro Nocerino e della Piana del Sele, per poi spostarsi sulla pubblica amministrazione. Negli ultimi giorni la Guardia di Finanza avrebbe preso informazioni su crediti vantati dal Consorzio nei confronti di alcuni Comuni e sulla mancata assunzione da parte di Salerno Pulita di 180 persone provenienti dallo stesso Consorzio.

(Jessica Fiorillo)