Fino al 28 febbraio è possibile partecipare al Concorso riservato alle scuole. Sono state svariate migliaia le persone che hanno partecipato al complesso progetto Salerno in particolare – Beni culturali e innovazione, realizzato dal Dipartimento di Scienze del Patrimonio culturale (DiSPaC) dell’Università degli Studi di Salerno, nell’ambito delle attività promosse dal Distretto ad Alta Tecnologia per i Beni Culturali (Databenc), in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Salerno e Avellino.Protagonista indiscusso del progetto, sviluppatosi nell’arco di oltre tre mesi a partire dallo scorso mese di novembre, è stato il Centro storico di Salerno, fulcro dell’identità storica, politica e culturale della città. 

Di seguito l’intervista alla professoressa Mariagiovanna Riitano, Direttore del Dipartimento di Scienze del Patrimonio culturale di Salerno.