Scoppia un caso a Salerno a causa del divieto di balneazione nelle acque del litorale, nonostante il mare sia stato definito pulito. Ad essere interessato soprattutto il lido dei Carabinieri ed altri stabilimenti balneari di Pastena. Due i cartelli con divieto, che hanno creato stupore ai bagnanti. L’ordine è partito dal consigliere Donato Pessolano, che ha spiegato agli uffici competenti hanno spiegato che quei cartelli sono lì non perché il mare è inquinato ma per ragioni di sicurezza: la vicinanza al porto Marina d’Arechi impone di segnalare il transito e la pericolosità delle barche in manovra.

 

(Diletta Pagano)