I prezzi degli immobili residenziali in Campania seguono il trend nazionale all’insegna della stabilità. Secondo l’ultimo Osservatorio sul Mercato Residenziale di Immobiliare.it (https://www.immobiliare.it), nel terzo trimestre 2017 il costo delle abitazioni in vendita nella regione si attesta a 2.020 euro al metro quadrato, senza oscillazioni rispetto alle rilevazioni precedenti. La cifra è decisamente più alta rispetto a quella rilevata nel Sud Italia (1.601 €/mq).

Nel dettaglio Napoli risulta, con i suoi 2.628 euro al metro quadro, la città campana più cara dove acquistare la propria abitazione. Ed è anche, insieme ad Avellino, il solo comune a segnare un trend in leggera ripresa per quanto riguarda il mercato delle vendite. Oscillazioni ancora in negativo per gli altri capoluoghi di provincia e in particolare per Caserta dove il prezzo del mattone risulta ancora in calo del 2,9%. Benevento è la città più economica per l’acquisto: comprare casa costa in media 1,387 al mq.

Ma i prezzi di Napoli non spiccano solo per quanto riguarda gli immobili in vendita. Il capoluogo si aggiudica anche la medaglia d’oro di città più cara per gli affitti: qui il prezzo medio al mq è di 10,73 euro, il doppio rispetto alla città in cui per affittare si spende meno, Avellino, con una media al mq di 5,25 euro. Avellino è anche la città campana che registra, sempre nel mercato delle locazioni, il trend in calo più importante. Se in comuni come Benevento, infatti, il mercato degli affitti segna una ripresa importante, addirittura del 3,2%, Avellino registra un -1,6%. Le locazioni rivelano comunque un quadro di buona salute: la media regionale per questo settore di mercato segna nell’ultimo trimestre un +0,8%, sinonimo di ripresa e comunque superiore al trend nazionale (-0,1%)

Di seguito le variazioni dei prezzi richiesti in Campania per gli immobili residenziali in affitto: