Venne denunciato per diffusione di materiale pedopornografico, ma i giudici lo hanno assolto. L’uomo in questione riprese una minorenne che, secondo i giudici, sarebbe stata sdraiata sul letto di spalle, in posizioni non allusive o tali da poter essere considerata lasciva, ossia esplicitamente voluttuosa o erotica. Nella sentenza emessa dal tribunale di Salerno è stata esclusa “la natura pornografica delle foto” che, così come postate su Facebook, “non possono configurare il reato di pornografia minorile”. La ragazza, dopo l’episodio, aveva subito gravi conseguenze psicologiche. Sono stati ritrasmessi gli atti alla Procura che dovrà valutare se è configurabile il reato di diffamazione.