Dal Cilento arriva il gozzo elettrico a impatto zero

Nel design e nella linea ricorda i gozzi degli anni Sessanta. I materiali, però, sono di ultima generazione. La vera novità, intanto, è nel vano motore: due propulsori elettrici che concedono un’autonomia di 10 ore navigando alla velocità di crociera di 7 nodi. È il Gioia 545 Electro, gozzo planante degli omonimi cantieri presentato nella frazione Scario di San Giovanni a Piro, nel Cilento, alla presenza del sindaco Ferdinando Palazzo. Progettato e costruito da Gianfranco Franciosi, Gioiellesca I, è questo il nome del modello, si propone, tra le altre cose, di far navigare in sicurezza, rispettando la natura e ascoltando il silenzio del mare. Con una velocità massima dichiarata di 10 nodi, l’imbarcazione innovativa è omologata per trasportare sei persone. Il prezzo, sbirciando sul sito web del cantiere, parte dai 14mila e 500 euro, esclusa iva.