da SoloSalerno.it

Carica Mezzaroma: «Playoff vicini, ferocia per conquistarli! Futuro ds-mister si valuterà a maggio»

Tre punti d’oro ma sofferti, quelli messi a referto ieri contro il Latina, che proiettano la Salernitana a sole due lunghezze dalla zona play-off. L’ambiente, ora più di prima, ci crede ed è proprio il co-patron Marco Mezzaroma a suonare la carica: “Io ho detto ai ragazzi, prima della partita di ieri, che siamo in ballo ed è doveroso ballare senza prendere sottogamba nessun impegno perchè Terni c’ha insegnato qualcosa insieme al primo tempo di ieri – ha detto il co-patron sulle frequenze di Radio Bussola 24 – Dobbiamo avere sempre la ferocia necessaria per alzare l’asticella, visto che i play-off sono vicinissimi. Dipende solo ed esclusivamente da loro, dai calciatori, non di certo da me o da altri. Occorre anche un pizzico di spensieratezza, visto che ormai la salvezza è vicina, e curare l’approccio avendo la giusta determinazione sino al termine della gara. Adesso ci giochiamo tutto contro la Pro Vercelli”. Che viene da una striscia di risultati utili invidiabile, con 20 punti racimolati nelle ultime 10 gare, e che potrebbe andare incontro ad un calo fisiologico: “Non dobbiamo fare ragionamenti così, sarebbe sbagliato e deleterio – il monito di Mezzaroma – Dobbiamo affrontare la Pro Vercelli come se si stesse giocando la finale della Champions League ed avere rispetto dell’avversario ma anche consapevolezza nei propri mezzi: quando ci esprimiamo con la giusta concentrazione siamo davvero forti”.

Al termine della stagione, comunque vada, ci si confronterà per capire e valutare il futuro di management e staff tecnico: “Valuteremo tutti insieme a bocce ferme, però sicuramente Bollini sta facendo un ottimo lavoro sia in termini di prestazione sia di punti. Spero che l’ambiente sia abbastanza maturo da non creare un caso circa la sostituzione di Odjer e le parole di Bollini al termine della gara. I bilanci bisogna farli sempre alla fine, in maniera saggia. Che sia la fine di una partita o di una stagione. Ci stanno i fischi – prosegue  – come ci sta la battuta del mister. Detto questo, raggiungere un traguardo prestigioso sarebbe fondamentale per tutti, c’è bisogno di unità di intenti. Fabiani al Palermo? Ieri, scherzando, l’ho salutato ma non posso dirvi la risposta, siamo in fascia protetta”, dice sorridendo Mezzaroma, prima di dire la sua circa il calendario del campionato cadetto e della Salernitana, impegnata praticamente in tutti i giorni festivi : “Mezzaroma però c’è sempre ed è andato via prima solo per evitare il traffico, ma c’ho messo comunque quattro ore per tornare a Roma. Per il prossimo calendario bisogna fare un discorso diverso, va bene magari giocare durante le feste in inverno ma in primavera e in estate è diverso”.

Chiosa finale su Salernello, che la Salernitana vorrebbe far sorgere nel territorio del Comune di Giffoni Valle Piana. Ma non c’è soltanto l’area di Castelrovere sotto la lente d’ingradimento, come d’altronde accennato sin dal principio dalla nostra redazione (clicca qui per leggere l’articolo), con la possibilità che la società granata chieda agli amministratori del comune picentino di poter visionare altre aree nel capoluogo dei Picentini: “E’ vero, stiamo ragionando su parecchie possibilità. Ho potuto constatare che il marchio Salernitana è appetito in provincia e questo mi fa davvero piacere. Ci sono state manifestazioni d’interesse da parte di parecchie amministrazioni e sono grato a loro. Questo ci permette di fare valutazioni più ad ampio raggio per valutare la situazione migliore. Non c’è solo l’area Castelrovere, che è di assoluto livello, ma anche altre. Ora bisogna valutare attentamente anche l’intervento urbanistico (chiaro il riferimento ad una eventuale modifica al piano regolatore, che invece non occorrerebbe nel caso in cui si decidesse di operare nell’area di Castelrovere, ndr) perchè ci sono i pro ed i contro”.