Ottiene i domiciliari Gabriele Milito, il 75enne che, il 29 aprile scorso, ha ucciso la moglie, Antonietta Ciancio, nella loro casa di corso Garibaldi a Sapri, nel Salernitano. E’ questa la decisione del tribunale del Riesame di Potenza. I giudici lucani hanno accolto dunque la richiesta avanzata dai legali di Milito, Felice Lentini e Damiano Brandi.┬áMilito, detenuto nella casa circondariale di Potenza, ha confessato di aver ucciso la moglie e di essersi allontanato da casa. Ha sempre negato di aver voluto uccidere la moglie, ma ha parlato di un colpo partito accidentalmente mentre┬ámaneggiava una pistola regolarmente detenuta.