Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

GIORGIO POI – “ERICA CUORE AD ELICA”

Scritto da il

Scritto, suonato e interpretato da Giorgio Poi, “Erica cuore ad Elica” è un brano dal sapore di un tempo. Semplice e delicato arriva diretto, confermando la capacità innata del cantautore di raccontare spaccati di vita, impreziosendo il tutto con una produzione impeccabile, dall’utilizzo degli archi ad un magnifico sax in coda, che ci riporta con la memoria a dei brani memorabili.

Il brano arriva dopo “Smog”, album uscito lo scorso marzo, che ha portato Giorgio in giro per tutta Italia con lo Smog Tour.

Dopo quaranta date in tutta Italia, lo Smog Tour di Giorgio Poi volge al termine: quelle di questo autunno saranno le ultime per un po’, e quindi più imperdibili che mai. La data romana allo Spring Attitude Festival sarà la prima delle sei date autunnali con cui si concluderà il tour e che interesseranno tutto il mese di novembre, passando alle Officine Cantelmo di Lecce il 1° novembre, il 7 al Teatro Toniolo di Mestre e l’8 all’Hiroshima Mon Amour di Torino; al Viper di Firenze il 16 novembre e, infine, al Linecheck di Milano il 22 novembre.  11 ottobre 2019 – Roma – Spring Attitude Festival01 novembre 2019 – Lecce – Officine Cantelmo07 novembre 2019 – Mestre (VE) – Teatro Toniolo08 novembre 2019 – Torino – Hiroshima Mon Amour16 novembre 2019 – Firenze – Viper Theatre22 novembre 2019 – Milano – LinecheckBIORomano di adozione, Giorgio Poi nasce a Novara e trascorre parte dell’infanzia a Lucca. Appena ventenne si trasferisce a Londra, dove si diploma in chitarra jazz alla “Guildhall School Of Music And Drama”. Nelfrattempo dà vita ai “Vadoinmessico”, con i quali pubblica il fortunatissimo album “Archaeology Of The Future” che li lancia in un tour che toccherà tutta l’Europa e anche gli States. Il progetto assumerà in seguito una nuova forma sotto il nome “Cairobi”. Dal 2013 vive tra Londra e Berlino, guardando all’Italia da lontano, e subendone il fascino che la distanza alimenta. Così inizia a scrivere alcuni brani in italiano.Ne viene fuori un disco di canzoni d’amore personali, malinconiche e psichedeliche, uscito per Bomba Dischi/Universal a Febbraio 2017. “Fa Niente” è accolto con grande favore dalla stampa specializzata ma anche da molte testate generaliste che gli dedicano articoli e recensioni approfondite entrando nel merito delle abilità compositive di Poi. Parallelamente si mette in moto in un’incessante attività dal vivo che vede Giorgio esibirsi con Francesco Aprili alla batteria e Matteo Domenichelli al basso. I tre partono per il tour d’esordio in tutte le grandi città italiane e in molte provincie raccogliendo entusiasmo e tantissimo pubblico. Il live è quadrato ed emozionante, per chi ama cantare “Niente di strano”, “Paracadute”, “Acqua minerale”, ma anche per chi vuole ascoltare, osservare, godersi le doti tecniche e stilistiche di Giorgio e dei suoi musicisti che dal vivo trovano massima espressione.Giorgio Poi si conferma tra i migliori esordi del 2017 con una lunghissima estate di concerti che tocca praticamente tutta la penisola e i maggiori festival italiani. A seguito dell’uscita dei due brani inediti “Il tuo vestito bianco” e “Semmai”, Giorgio riparte per un esaltante tour autunnale nei principali live club italiani. Nel frattempo “Fa Niente” viene eletto da Rockit miglior disco dell’anno e molti altri siti specializzati e non lo piazzano in testa alle classifiche.Il 2018 si apre con la partecipazione a Eurosonic a cui fa seguito un mini-tour europeo. I Phoenix si innamorano della sua musica e lo invitano ad aprire il loro concerti a Milano (Marzo 2018), Parigi (Maggio 2018) e New York (Luglio 2018) e Los Angeles (Settembre 2018). Sempre nei primi mesi del 2018 Giorgio Poi si dedica alla produzione artistica del disco d’esordio di Francesco De Leo (Bomba Dischi). In parallelo nascono le proficue collaborazioni con Frah Quintale per il brano “Missili”, prodotto da Takagi e Ketra (Undamento, Bomba Dischi, Pltnm Squad), Carl Brave per il brano “Camel Blu” contenuto all’interno del disco “Notti Brave”.Inoltre firma per Luca Carboni il brano “Prima di partire” contenuto nell’ultimo disco del cantautore bolognese “Sputnik”.Nel marzo 2019 esce Smog, album che lo consacra nell’olimpo del nuovo cantautorato italiano.

(Fonte: Island Records)