Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

«Danzamaremito? La mia cura antistress. Il gossip? Non capisco perché mia moglie parla ancora di me»

Scritto da il

Michele CarforaLavoro e relax, ancor meglio se in famiglia. A sposare in pieno il binomio cardine di Danzamaremito è Michele Carfora, l’artista salernitano per la prima volta nella rosa degli illustri insegnanti dello stage internazionale in programma fino a domani ad  Ascea Marina (Villaggio Olimpia).

In cattedra come maestro di musical, è lui a fare il bilancio di questa decima edizione, sette giorni in sala danza dove trovano spazio i progetti futuri e anche i ricordi personali legati ad un luogo, Ascea, che custodisce i ricordi estivi della sua gioventù. A lezioni con il più quotato performer teatrale, protagonista di tutti i musical di maggior successo ci sono oltre 50 danzatori, per lo più uomini, tra i 12 e i 21 anni. Il quadro che ne viene fuori sembra quello di un gruppo votato alla danza e allo spettacolo.

«Sono felicissimo di far parte di questo cast d’insegnanti e di Danzamaremito – esordisce Carfora – che mi ha dato l’opportunità di confrontarmi con ragazzi meravigliosi che amano quello che fanno…Sarà la loro età, è quella che preferisco. Quando lavoro con i professionisti hanno sempre un po’ la puzza sotto il naso. Questi giovani invece sono più puri, si danno completamente, sono come assetati di sapere e non si risparmiano. Lavorare così in sala diventa uno scambio di emozioni bellissimo. Anche loro insegnano qualcosa a noi. Mi ricordano quando anche io, esattamente come questi ragazzi, mi lanciavo senza alcun tipo di timore nel mondo dello spettacolo».

Danza-Mare-MitoStasera, insieme con gli oltre 100 iscritti di Danzamaremito, andranno in scena con un medley tratto da “The Best of Musical”. Ospiti del gala anche l’Adriana Cava Jazz Ballet e la Egri Bianco Danza. Ancora top secret le borse di studio e i nomi dei premiati. E la sera, quando le lezioni sono finite, Carfora torna ad essere Michele, compagno di Azzurra (Tassa, anche lei famosa performer) e papà di Marialaura, tre anni e mezzo di amore puro.

«Ci siamo conosciuti nel 2009 grazie a Massimo Ranieri. Entrambi eravamo nel cast di “Poveri ma belli”: al Sistina il colpo di fulmine – racconta – da allora siamo una famiglia e come accade da quando avevo quattro anni veniamo ad Ascea a trascorrere le vacanze in quella stessa casa che papà acquistò quando non ero ancora nato. Adoro questo posto, mi legano bellissimi ricordi. Il gossip? Non mi appartiene. Non capisco perché mia moglie parla ancora di me. Su di lei pesa una denuncia per diffamazione aggravata. Trovo squallido e meschino che chi fa televisione usa questo mezzo per dire quello che gli pare senza dare la possibilità all’altra persona di replicare».

Ma tra un po’ si torna alla vita normale nella Capitale, dove lo attendono grandi cose. «A gennaio sarò il protagonista di “Un americano a Parigi”, una pietra miliare della storia della storia del cinema. Partiremo il 28 gennaio da Montecatini».

Il musical (Sanny Produzioni) liberamente ispirato all’omonimo film di Vincent Minnelli, nella stagione teatrale 2000 – 2001 è stato campione d’incassi grazie alla raffinata interpretazione di uno straordinario Christian De Sica. Al suo fianco Arianna Bergamaschi la voce storica della Walt Disney, che vestirà i panni di Fanny, la commessa di una nota profumeria con cui vivrà un’intensa storia d’amore, Daniele Brugia, il bell’attore di Centovetrine, qui nel ruolo di Jean Marie, famoso chansonnier del Lido e Barbara Terrinoni, che sarà Patricia, miliardaria innamorata di Gimmy.

Danzamaremito è realizzato con il patrocinio della Provincia di Salerno e Comune di Ascea, ed organizzato dall’Associazione Culturale Ala Promozione delle Arti di Salerno, per la direzione artistica di Amalia Salzano e Adriana Cava.