Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Gli Almamegretta a Giffoni per il Campania Sound Experience

Scritto da il

AlmamegrettaProtagonisti musicali della sesta giornata del Giffoni Experience, per il Campania Sound Experience, sono stati gli Almamegretta, gruppo rock napoletano formatosi nel 1988.
Cosa pensano gli Almamegretta del Giffoni Film Festival? “E’ un festival storico che valorizza il sud, dovrebbero esistere più manifestazioni del genere. Non è la prima volta che veniamo ospitati dal festival, e ogni volta ritrovarsi in un ambiente alimentato da giovani e giovanissimi, da molta energia, e speriamo di poter ripagarli con un bello spettacolo”. Si esibiranno, infatti, per uno strepitoso live gratuito a partire dalle 22:00 in piazza Lumière a Giffoni Valle Piana.
“Il nostro lavoro ci permette di poter essere legati alle generazioni future”- prosegue ancora il gruppo – “Bisogna sempre saper maturare mantenendo la testa sulle spalle, ed è più difficile farlo quando si fa il musicista. Il bello sta nel poter vedere ciò che le generazioni hanno appreso da te, e cosa tu puoi prendere da loro per poterti costantemente reinventarti.”
Qual è lo scopo che gli Almamegretta vogliono raggiungere con la loro musica? “E’ sempre interessante dimostrare come attraverso la musica si può andare al di là della realtà. Mescolare culture diverse dal punto di vista geografico e spesso temporale, rifacendoci spesso al passato unito ad un contesto più contemporaneo, è un modo per evadere dalla realtà. Con la musica puoi farlo.”
Lo scorso 6 Maggio ha preso luce “EnnEnne”, il loro ultimo disco, che hanno deciso di chiamare così perchè il titolo è un acronimo di “Nescio Nomen”, vale a dire nessun nome, nato da genitori ignoti, proprio per sottolineare l’indefinibile mescolanza di generi che caratterizza il loro sound.
Una frase in particolare ha molto colpito i ragazzi del festival: “Siate curiosi. Non smettete di voler conoscere, non fermatevi alla prima soluzione. La nostra musica vuole infondere anche il coraggio di provare curiosità per ciò che è ancora sconosciuto”.
 
(Redazione Bussola 24)