Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

GFF: Matteo Garrone annuncia il suo prossimo film

Scritto da il

di Redazione Bussola 24

thumbnail_IMG_3866Da “Terra di mezzo” a “Tale of Tales” passando per “Gomorra”, questo l’iter dello special guest del giorno del Giffoni Film Festival: Matteo Garrone. Il regista e produttore cinematografico si presenta dal doppio volto: distaccato e cinico con la stampa mentre è passionale e sorridente con i veri protagonisti del festival, i ragazzi, per i quali dimostra tutta la sua dedizione.

Sono, infatti, le giovani generazioni ad accoglierlo con un forte e lungo applauso all’Antica Ramiera prima e in sala Truffaut poi.

Sono tante le curiosità e le tematiche emerse dall’incontro; partendo dalla sua ultima opera Garrone ha risposto a chi lo reguardisce su un cambiamento di genere e di stile:
“C’è stata un’inversione: sono partito dalla fiaba per arrivare alla realtà. In ogni caso – spiega il filmmaker – la mia formazione è pittorica quindi tutti i film che in qualche modo hanno a che vedere con l’aspetto visionario mi appartengono. La differenza sostanziale con gli altri dipende dal fatto che è molto più strutturato, mentre le tematiche sono ricorrenti, ad esempio c’è l’ossessione o il desiderio che porta i personaggi verso un finale tragico.”
D’altra parte però un passo indietro lo fa, dimostrando la sua grande onestà intellettuale: “E’ la prima volta che ho lavorato con un cast internazionale ed in lingua Inglese. Ammetto che l’ho fatto anche per dare un peso economico diverso al film, essendone anche produttore. – confessa Garrone – Questo però si è dimostrata una scelta che oggi non rifarei, perchè non ho ottenuto nessun vantaggio economico nonstante il sacrificio del lavoro autoriale. L’internazionalizzazione di un’opera è data dalla qualità e dall’originalità del linguaggio, non solo dall’inglese.”

Questa affermazione potrebbe essere anche un’implicita anticipazione di “Pinocchio”, il prossimo lavoro dell’autore, che stando a queste parole sarà costituito da un cast Italiano. Riusciamo a ricavarne solo ipotesi e nessuna anticipazione concreta, poiché il regista romano preferisce lasciare un alone di mistero e di suspance intorno al prossimo set: “Di questo nuovo progetto parlerò in modo più specifico più avanti ma posso dire che resterò legato alla fiaba. Dovrei girare in primavera dell’anno prossimo, stiamo già facendo molti test anche legati agli effetti speciali. Il film dovrebbe essere pronto nel 2018″.

Sono stati anche tanti i consigli che Matteo Garrone ha regalato ai giovani giurati, a partire dal montaggio fino ad arrivare all’atto creativo, concludendo l’incontro così: “Dovete conoscere ma mai copiare. Siate sempre voi stessi e soprattutto originali.”