Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

17enne violentato: per paura non ha denunciato. Le reazioni

Scritto da il

cava de'tirreni radiobussolaAveva paura e per questo il ragazzo di 17 anni violentato nel centro massaggi di Cava de’ Tirreni (Salerno) non ha denunciato i suoi aguzzini che lo hanno costretto a violenze di gruppo, legandolo, violentandolo e riprendendo con il telefonino, probabilmente per ricattarlo. Grazie alla denuncia della madre del giovane è stato possibile scoprire cosa accadeva in quel centro: la donna ha riferito agli investigatori delle violenze subite dal figlio nel periodo compreso tra ottobre 2015 e aprile 2016.
Le indagini dei Carabinieri, intanto, dopo l’arresto dei due presunti responsabili, proseguono per identificare i due complici che indossavano maschere e parrucche e per verificare se nel centro massaggi sono avvenuti altri episodi analoghi. Più che un vero e proprio centro massaggi, comunque, almeno dalle prime indiscrezioni, sembra che fosse un luogo di adescamento. Nel corso della perquisizione è stato ritrovato e sequestrato anche del materiale pedopornografico.
Siamo sconvolti come comunità per quanto accaduto – ha detto il sindaco di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli – Siamo un territorio molto tranquillo ed episodi del genere lasciano senza parole. Ci auguriamo che tutti i responsabili vengano individuati ed assicurati alla giustizia“.
Nessuna pietà, come quella che gli aguzzini hanno dimostrato verso la loro vittima“, ha chiesto Mara Carfagna (Fi), mentre Elena Centemero (Fi), presidente della commissione Equality and non Discrimination del Consiglio d’Europa, ha definito “una barbarie intollerabile” quanto accaduto a Cava de’ Tirreni.