Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Giffoni Film Festival, Marco D'Amore protagonista di una storia d'amianto

Scritto da il

13689417_1004681669649694_1Questo pomeriggio alle Antiche ramiere nei pressi della Cittadella del cinema di Giffoni Valle Piana si è tenuto l’incontro con Marco D’Amore e Francesco Ghiaccio. Ospiti della Masterclass, hanno discusso del loro ultimo film “Un posto sicuro”. La pellicola riporta quanto accaduto agli operai dello stabilimento Eternit di Casale Monferrato, deceduti a causa dell’esposizione all’amianto presente nell’azienda.13695001_10210530436045482_
Il giovane Luca (Marco D’Amore) torna nella sua terra per assistere il padre Eduardo (Giorgio Golangeli), ex operaio della fabbrica e ora  gravemente malato di tumore.
“Non si tratta di un documentario – ha dichiarato il regista Francesco Ghiaccio – sarebbe stato troppo legato al disastro ambientale e poco alla sfera emotiva delle persone coinvolte. Il film parla della morte senza pietismo. Quando ho sentito questa storia mi sono sentito coinvolto: volevo raccontare una parte importante del nostro Paese”. La pellicola, girata a zero impatto ambientale, ha come colore predominante il bianco, che richiama il cognome del protagonista. “Nel finale è come se ci fosse un’inversione di ruoli tra il padre e il figlio – ha affermato l’attore Marco D’Amore – anche se accanto a loro un altro protagonista tacito è il teatro. Non a caso i due personaggi principali si chiamano Luca ed Eduardo”.
(Redazione Bussola 24 e Noemi Sellitto)