Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Quattro spacciatori arrestati e un chilo di hashish sequestrato: colpo della Mobile di Salerno

Scritto da il

Panetti di droga sequestratiNella serata di ieri, la Squadra Mobile della Questura di Salerno ha arrestato 4 persone, tre uomini (2 di nazionalità marocchina e uno italiano) ed una donna originaria della Repubblica di Romania, nell’ambito di una vasta operazione di polizia, disposta dal Questore di Salerno per arginare la vendita di sostanze stupefacenti, colpendo direttamente le fonti di approvvigionamento.
Da diversi giorni gli investigatori della Squadra Mobile erano sulle tracce di un’utilitaria segnalata da alcuni residenti di Via Irno, che l’avevano notata sostare spesso in zona e il cui conducente, riconosciuto dalle fattezze del volto quale straniero, era stato visto in più di una occasione, con cadenza settimanale, consegnare un pacchetto a cittadini italiani.
Ieri sera, nell’ambito dell’attività info – investigativa, l’autovettura è stata controllata in prossimità di via Irno, in quanto, alla vista degli investigatori della Squadra Mobile, il conducente ha effettuato delle manovre repentine cercando di cambiare direzione, ma la vettura è stata prontamente bloccata dagli agenti in borghese che hanno controllato accuratamente il veicolo trovando un ingente quantitativo di sostanza stupefacente.
Le persone arrestate dalla Squadra Mobile: due marocchini di 30 e 35 anni, residenti ad Eboli;  un italiano e una donna rumena, rispettivamente di 31 e 25 anni, domiciliati in località Capaccio, sono stati trovati in possesso di 1 kg di hashish confezionato all’interno di un unico panetto, nascosto sotto il sedile lato conducente dell’autovettura Ford Focus guidata da uno dei due marocchini.
In occasione dell’arresto, nessuno dei tre ha dichiarato di chi fosse lo stupefacente rinvenuto, asserendo di essere all’oscuro del fatto che sull’autovettura vi fosse droga.
I quattro arrestati, d’intesa con il Sostituto Procuratore di Turno, dott. Vittorio Santoro, sono stati condotti preso la Casa Circondariale di Fuorni in attesa del rito direttissimo.