Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Dalla Regione finanziamento per realizzare la strada Rione Petrosino-Fratelli Magnone. Stamattina la firma

Scritto da il

foto Massimo Pica per il Comune di Salerno

foto Massimo Pica per il Comune di Salerno


Questa mattina, nella sede del Genio Civile di Salerno, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha firmato il decreto regionale di finanziamento per la realizzazione della strada di collegamento Rione Petrosino-Fratelli Magnone. La nuova strada diventerà un asse di comunicazione strategico per la mobilità urbana ed extraurbana contribuendo a decongestionare i flussi veicolari in entrata/uscita dal capoluogo oltre che sulla direttrice di via Irno.
 
 
 


DESCRIZIONE DEI LAVORI
L’intervento consiste nella realizzazione di una strada di collegamento tra il Rione Petrosino e via Fratelli Magnone, teso alla creazione di un percorso alternativo per gli automobilisti che escono con la tangenziale a Fratte al fine di evitare il passaggio a livello presente prima di immettersi su via Irno. Per rendere possibile il collegamento tra i richiamati terminali, occorre attraversare un incavo naturale.
L’intervento progettuale consiste nella realizzazione di un tratto in viadotto, al fine superare agevolmente il vallone naturale posto a ridosso dello sbarco di monte, e utilizzando una unica campata di circa 27 m di luce costituita da un solettone alleggerito gettato in opera, mente nella parte iniziale del tracciato verso via Magnone la livelletta è stata tenuta il più bassa possibile in modo da non incrementare il dislivello attualmente esistente con il piano del fabbricato esistente a valle.
Sarà rifatto il muro di sostegno del terrapieno poiché quello esistente non appariva adeguato alle esigenze statiche. Inoltre, sempre a causa degli spazi ristretti e della vicinanza dei fabbricati, si è prevista una paratia provvisoria a tergo del muro che consente di ridurre i volumi di scavo per consentire la demolizione del muro esistente e la realizzazione del nuovo; la paratia, così come le fondazioni del muro, è realizzata utilizzando micropali ?300 che richiedono l’utilizzo di macchine di perforazione poco ingombranti (compatibili con gli spazi disponibili) e soprattutto evitano ripercussioni delle operazioni di perforazione sui fabbricati vicini.
L’intervento sarà completato con la realizzazione di impianto di pubblica illuminazione e un impianto per la raccolta delle acque meteoriche.
Il progetto definitivo dell’opera è stato approvato in linea tecnica, con determinazione dirigenziale n. 1051 del 18.03.2014, è stato approvato in linea tecnica il progetto per l’importo complessivo da quadro economico di € 2.433.087,75.