Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Nuova tappa del Festival Precario, il 14 maggio, nel centro storico di Salerno

Scritto da il

Festival Precario. I e Ultima Edizione. Forse. “Terra in Moto”
 Il progetto vede diverse realtà del territorio impegnate in una riflessione sul tema della precarietà e sugli effetti ad essa connessi.
 
Il Festival Precario nasce da un’idea dell’Associazione culturale BottegaIdeeNuove, col patrocinio dell’Università degli Studi di Salerno e del Comune di Salerno, con l’intento di stimolare una riflessione, grazie a una serie di attività di carattere scientifico, culturale e artistico, sul tema della precarietà, fenomeno complesso e condizione strutturale della società contemporanea.
Il Festival vuole, inoltre, dare spazio a giovani artisti, scrittori e operatori precari della conoscenza di esprimere la propria creatività e professionalità e far sentire la propria voce.
La seconda tappa, dal titolo “Terra in Moto”, affronta il tema della precarietà della Terra. Attraverso il confronto e la creatività, il progetto intende indagare quegli aspetti propri del nostro ecosistema e quelli derivanti dall’azione dell’uomo su di esso, che rendono la Terra, e con essa la nostra stessa esistenza, precaria, incerta, fragile.
Il Programma si articola in diversi momenti:
 
Ore 11:00 – Cibarti Salerno (Via dei Mercanti 68, Salerno)
flyer FP_ TalkTavola rotonda “Terre in Moto”
L’espansione della capacità dell’uomo di manipolare con la tecnologia le leggi della natura ha portato a effetti collaterali incontrollati, che superano la capacità stessa dell’uomo di tenere sotto dominio la natura e quella della natura stessa di rimettersi in equilibrio. Nel mondo contemporaneo, questi processi si realizzano in contesti sempre più segnati dalle diseguaglianze sociali e dalla riduzione della partecipazione democratica alle decisioni che riguardano il rapporto con la natura. Le associazioni Legambiente, Slow Food e Amnesty International si confronteranno in un talk dedicato proprio al tema dell’equilibrio precario tra uomo e natura.
In collaborazione con Legambiente Salerno
Introduce:
Francesco Savastano (Direttore Festival Precario – Bottega Idee Nuove)
Saluti Istituzionali:
Emiliano Torre (Vice Presidente Commissione Cultura – Comune di Salerno)
Coordina:
Alfonso Amendola (Delegato del Rettore ai Media Audiovisivi – Università degli Studi di Salerno)
Intervengono:
– Alfonso Del Forno (Fiduciario Slow Food Salerno)
– Michele Buonomo (Presidente Legambiente Campania)
– Gerardo Romei (Coordinatore nazionale Diritti Economici, Sociali e Culturali di Amnesty International)
 
A seguire, Aperitivo Precario (a cura di Cibarti Salerno)
 
Ore 15:00 – Centro Informagiovani Salerno (Via Portacatena 62, Salerno)
WorkshoW CaponeWorkshoW: All Recycled Instruments. Fare musica con materiali di riciclo
Di Maurizio Capone (Capone & BungtBangt).
Maurizio Capone è un musicista, cantante e compositore italiano. A cavallo con il nuovo millennio, prende vita il suo progetto “BungtBangt, percussionisti allo scasso”, spettacolo basato sull’uso di strumenti musicali costruiti con materiali riciclati: bidoni, lattine, vecchie pentole, tubi, utensili da lavoro, bombole del gas, bottiglie, lamine di metallo e altra spazzatura recuperata.
Nello stesso periodo, Capone dà il via a un’opera di divulgazione delle proprie ricerche musicali, illustrando su YouTube la creazione dei suoi strumenti e organizzando seminari e laboratori.
Avete sempre desiderato costruire uno strumento musicale con le vostre mani?
L’attività del “WorkShow” consiste nell’imparare la famosa “arte di far cantare la monnezza”, riutilizzando oggetti comuni della realtà urbana e industriale, trasformandoli in musica dal ritmo travolgente.
Laboratorio gratuito. Alcuni dei materiali utilizzati saranno recuperati durante la campagna nazionale di Legambiente Onlus “Spiagge e fondali puliti” che si realizzerà a Salerno il 13 maggio.
In collaborazione con Legambiente Salerno “Orizzonti” e Arci – Centro Informagiovani Salerno
 
Ore 20:30 – Ostello della Gioventù Ave Gratia Plena (Via Canali, Salerno)
è tutto bellissimoPerformance teatrale: “è tutto bellissimo. Storie sismiche ma non troppo”
Di Gianluca Montebuglio e Ivano Russo.
Il linguaggio artistico prescelto per questa seconda tappa del Festival è quello della parola recitata, attraverso la messa in scena dello spettacolo “E’ tutto bellissimo. Storie sismiche ma non troppo”, di Gianluca Montebuglio (redattore pubblicitario, autore) e Ivano Russo (attore scuola Teatro Elicantropo, Napoli).
Tragico, comico. Umorale. Tre storie, tre monologhi e un quarto, finale, che le raccoglie. “è tutto bellissimo” parla e gesticola del terremoto: uno per tutti, che tanto sono sempre uguali. Apre la scena la vicenda di un piccolo branco di randagi che si ritrovano all’ombra delle macerie, per sentirsi meno soli. Per ricordare chi erano. Per ricordarci, che di tuttò ciò, un terremoto se ne importa poco, perché è nella sua natura non curarsi di ciò che provoca.
 
Ingresso libero. Posti limitati, si consiglia la prenotazione a info@bottegaideenuove.it o comunicazione@bottegaideenuove.it
 
Ore 21:30 – Largo Antica Corte (angolo Via Canali, Salerno)
Locandina djunk set+tdfPerformance musicale: D-Junk Set BungtBangt
La band che trasforma la spazzatura in strumenti musicali.
Fondati da Maurizio Capone nel 1999, con l’intento di dimostrare le infinite possibilità creative che hanno i rifiuti solidi urbani, Capone & BungtBangt sono tra i pionieri della Eco Music Mondiale. Sono decine gli strumenti dalle sonorità nuove, prodotti da loro e utilizzati per dare vita alle musiche e ai testi. Tanta creatività e amore per la natura portano Capone & BungtBangt a fare il giro del mondo con la loro Junk Music (mix di hip hop, reggae funkadelic napoletano).
Il messaggio sociale della band è strettamente connesso alle attività di Capone che è ambasciatore di creatività sostenibile, attraverso seminari e laboratori in scuole, università, conservatori, carceri e quartieri a rischio.
 
A seguire, Dj-LiveSet Tamburi di Fuoco
Musica, ritmo, creatività moderna è ciò che ha unito i tre musicisti partenopei Alessandro Paradiso, Salvatore Zannella, Vincenzo Falco. Già impegnati in diverse realtà musicali affermate (Capone&BungtBangt e Almamegretta), macinando tour (Negramaro negli Stadi, Daniele Silvestri-SanRemo 2007, etc.) e collaborazioni (Eddie Kramer, Edoardo Bennato, Adrian Sheerwood, etc.), danno vita a T.d.f., un DJ-LiveSet che combina elettronica, percussioni, sperimentazione, divertimento e tamburi di fuoco.
 
In esposizione, presso l’Ostello della Gioventù Ave Gratia Plena, (Via Canali, Salerno)
Progetto Fango _ Montefusco+CavaliereProgetto Fango: forme e colori sepolti.
Di Angelo Montefusco e Maria Teresa Cavaliere
Il progetto“Fango”, forme e colori sepolti, cerca di dare un volto al condizionamento fisico e mentale che il disastro ambientale opera su chi ne fa inevitabilmente parte, attraverso una visone contaminata del territorio e di chi lo vive.
Gli elementi costitutivi le opere vengono raccolti sia in contesti di degrado ambientale sia in territori in situazione di apparente normalità contadina o cittadina: legno, ferro, plastica e una smisurata quantità di altri diversi materiali danno vita ad un infinito archivio da cui poter attingere.
 
Ingresso libero.
 
“Festival Precario vuole essere una finestra sul nostro tempo e sul mondo che viviamo. Ci è sembrato naturale che la seconda tappa affrontasse il tema della Terra, del suo equilibrio  precario, necessariamente e fortemente dinamico; e di quell’inscindibile legame con l’essere umano. – afferma Francesco Savastano, Direttore Festival Precario – BottegaIdeeNuove – “E anche in questa tappa, lo abbiamo fatto a nostro modo, con la riflessione e la ricerca, ma soprattutto attraverso la creatività, con lo scopo di favorire, grazie alla partecipazione e l’inclusione, un riflettere e un agire comune”
 
“Il circolo Legambiente Salerno “Orizzonti” partecipa con interesse alla seconda tappa del Festival Precario, lasciandosi coinvolgere da un necessario confronto sulla precarietà dei tempi in cui viviamo, anche nei rapporti tra l’essere umano e la natura” – queste le parole di Elisa Macciocchi, Presidente Circolo Legambiente Salerno “Orizzonti”.
 
“Un Festival che si presenta denso e ricco di tematiche. Con una formula, sicuramente solida, che vede come protagonisti: l’informazione ambientale, le politiche sociali e le analisi economiche assieme a preziosi momenti musicali e performativi” – come dichiara il prof. Alfonso Amendola, Delegato del Rettore ai Media Audiovisivi – Università degli Studi di Salerno – “E proprio verso questa riuscita dicotomia che l’Ateneo guarda con profondo interesse e adesione”.
 
Organizzatore:
BottegaIdeeNuove
Partner organizzativi:
Arci Provinciale Salerno – Centro Informagiovani Salerno
Legambiente Salerno
Patrocinio:
Università degli Studi di Salerno
Sostenuto da:
Comune di Salerno
Associazioni Partner:
Slowfood
Amnesty International
Partner Privati:
Cibarti Salerno
Ostello Ave Gratia Plena
 
Contatti:
info@bottegaideenuove.it
comunicazione@bottegaideenuove.it
 
Link utili:
Festival Precario: https://www.facebook.com/festivalprecario
Bottega Idee Nuove: https://www.facebook.com/bottegaideenuove
Legambiente Salerno “Orizzonti”: https://www.facebook.com/legambientesalerno
Centro Informagiovani Salerno: https://it-it.facebook.com/InformaGiovani-Salerno
Arci Provinciale Salerno: https://it-it.facebook.com/ArciSalerno
Teaser “è tutto bellissimo”: https://www.youtube.com/watch?v=VOFhDQM44VM
Sito web “Capone & Bungt e Bangt”: http://www.caponebungtbangt.com
 
Area comunicazione:
Luca Lanzetta
Redazione Bussola 24
Emanuele Siano