Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

"Tutti possono fare la loro parte": Trenta Ore per la Vita sostiene la Open Onlus di Salerno

Scritto da il

Open-Trenta_OreAnche quest’anno ritorna “Trenta Ore per la Vita”, maratona solidale che da ventidue anni raccoglie fondi a favore dei bambini e adolescenti malati di tumore e delle loro famiglie.
La campagna benefica è in corso sui canali televisivi di Rai1, La7 e SKY e sarà trasmessa fino al 20 aprile. Anche quest’anno la maratona è condotta della prima sostenitrice nonché madrina unica dell’evento: Lorella Cuccarini.
Obiettivo della campagna è portare a termine il progetto HOME per dare sostegno psicologico e materiale ai bambini malati e alle loro famiglie che, molto spesso, sono costrette ad affrontare lunghi viaggi per raggiungere i centri specializzati. Farli sentire, quindi, “a casa anche lontani da casa”, garantendo loro il diritto alla salute e offrendo una migliore qualità di vita.
Il programma HOME si impegna a realizzare diversi progetti nazionali per la riabilitazione e creazione di aree ospedaliere, oltre all’assistenza e alla formazione di volontari e sostegno psico-oncologico.
Nel 2015 “Trenta ore per la Vita” ha sostenuto la Onlus Open di Salerno (Oncologia Pediatrica e Neuroblastoma) per la prima fase del progetto “il Sole buono”, che ha permesso la ristrutturazione del reparto di radioterapia pediatrica dell’A.O.U San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno.
Fu proprio Annamaria Alfani, Presidente dell’Associazione Onlus Open, a volere fortemente la creazione di un reparto di radioterapia pediatrica che diventasse punto di riferimento non solo per Salerno, ma per tutto il Sud Italia. La Onlus, costituitasi nel 2003 a Salerno, opera su territorio nazionale ed è nata per volere di genitori, medici e ricercatori che da anni sono impegnati nella lotta contro i tumori solidi che colpiscono i bambini.
“Trenta Ore per la Vita” ha deciso di sostenere anche per l’edizione 2016 la seconda fase del progetto “il Sole buono”: rendere il reparto ancora più a misura di bambino con un giardino attrezzato e la decorazione del bunker del reparto (la stanza in cui si effettuano le radioterapie) grazie ai murales dell’artista Silvio Irilli.
“Vorremmo dare la possibilità ai nostri piccoli pazienti di vivere con gioia anche il ricovero e le sedute di radioterapia. – ha spiegato Annamaria Alfani – L’ingresso e la permanenza in reparto diventano una sorta di viaggio alla ricerca di un tesoro prezioso e misterioso. Ogni bambino potrà scegliere il suo e vivere il reparto come un’avventura verso la realizzazione dei propri sogni”.
Tutti possono fare la loro parte.
Di seguito le diverse modalità per donare un contributo al progetto Home:
 

  • NUMERO SOLIDALE 45594 dal 4 al 20 aprile 2016 per donare: 2 euro con SMS da cellulare personale TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali; 2 euro per ciascuna chiamata da rete fissa Vodafone e TWT;5/10 euro da rete fissa TIM, Infostrada, Fastweb e Tiscali.
  • POSTA: c. postale 571.000 (IBAN: IT61F07601 03200 000000571000)
  • BANCA: c/c 000030303030 – Unicredit – (IBAN: IT24J0200805181000030303030) Entrambi intestati a: Associazione Trenta Ore per la Vita onlus.
  • CARTE DI CREDITO: – Numero verde 800-33.22.11 – Online sul sito trentaore.org