Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Breda, ex tecnico granata, a Radio Bussola 24: "Ora bisogna avere i nervi saldi e non farsi prendere dall’ansia"

Scritto da il

breda-radiobussolaSi entra nella fase clou del campionato. Aprile, puntuale, è arrivato e salvo sorprese sarà il mese che deciderà le sorti di parecchie compagini. Salernitana compresa, ovviamente. Chi, invece, è ad un passo dalla salvezza è la sorprendente Ternana di mister Roberto Breda, squadra che ai nastri di partenza era una delle candidate più accreditate al declassamento in Lega Pro. Ed invece no, col pareggio ottenuto sabato pomeriggio sull’ostico campo di Chiavari contro la Virtus Entella, le Fere sono salite a quota 44 punti in classifica, chiudendo virtualmente il discorso salvezza. La Salernitana, invece, col punto di Novara sale a quota 32 ed ora dovrà necessariamente cominciare a vincere per abbandonare le zone calde. S’inizia sabato pomeriggio, contro il Latina allo stadio Arechi: “La Salernitana è una squadra viva  – ha dichiarato Roberto Breda, ex tecnico di Salernitana e Latina, sulle frequenze di Radio Bussola 24 –  Ora bisogna avere i nervi saldi e soprattutto non farsi prendere dall’ansia perchè è ancora tutto in ballo. Certo, non può più sbagliare molto ma ha ancora molte chance per raggiungere la salvezza. Ora arriva anche il caldo, può capitare di perdere colpi e non riprendersi più. L’unico obiettivo deve essere quello di pensare di partita in partita. Conosco Salerno anche oltre il calcio, fa parte della mia vita. Ho molti amici in Campania ed è dentro di me. Non riesco a fare a meno di tante cose di Salerno, ad esempio una buona brioche (ride, ndr). Ripeto, è una squadra in salute ma non servono i miei suggerimenti. C’è bisogno di gamba, le ripartenze possono far male all’avversario e la dimostrazione s’è avuta ieri. Le scelte non sono importanti solo all’inizio, ma anche a gara in corso. La Ternana? Non siamo ancora salvi, abbiamo fame e lotteremo fino alla fine”.
www.solosalerno.it