Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Ronaldo, da protagonista a comparsa: poco spazio nel 4-4-2, Menichini lo prova in attacco

Scritto da il

salernitana-radiobussolaDa regista ed attore protagonista di quello che sarebbe dovuto essere il nuovo film granata in uscita da gennaio, a comprimario, quasi comparsa, sacrificato sull’altare di un modulo, il 4-4-2, che non esalta le sue caratteristiche tecniche e tattiche. Le ottime referenze che avevano accompagnato il suo arrivo in granata finora sono rimaste semplice sceneggiatura. Perché il brasiliano Ronaldo non è riuscito a far compiere il salto di qualità alla mediana granata così come pure era lecito attendersi visti il pedigree e l’imprimatur di Lotito che gli ha fatto sottoscrivere un ricco pluriennale con la Lazio. In campo, però, l’ex Empoli s’è visto in sole tre occasioni, peraltro tutte con Vincenzo Torrente. L’infortunio al menisco e la successiva operazione lo hanno trattenuto a lungo ai box. Il brasiliano è clinicamente guarito dopo l’intervento a Villa Stuart, è tornato ad allenarsi già da qualche settimana ma Menichini lo mantiene in naftalina, complice una condizione atletica evidentemente non ancora ottimale. Ma non solo. Il trainer granata ha deciso di insistere sul 4-4-2, canovaccio che esalta le caratteristiche di mastini di Moro ed Odjer ma che non prevede la presenza sul rettangolo verde di un metronomo quale appunto il brasiliano. Tanto bravo con la palla tra i piedi, quanto carente – per caratteristiche morfologiche e limiti atletici – in fase di interdizione. Menichini lo ha provato come trequartista in più d’un allenamento, addirittura come attaccante nella seduta di ieri. Copione che difficilmente l’ex Grosseto imparerà. Ciak si gira, al Curi Salernitana di nuovo in scena col 4-4-2. E Ronaldo sarà, con ogni probabilità, ancora una volta spettatore.
www.solosalerno.it