Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Gabionetta va all’Hangzhou Greentown a titolo definitivo

Scritto da il

gabionetta-radiobussolaAGGIORNAMENTO ORE 15:00. Arriva anche l’annuncio ufficiale da parte della Salernitana: “L’U.S. Salernitana 1919 comunica di aver raggiunto l’accordo con l’Hangzhou Greentown per il trasferimento a titolo definitivo dell’attaccante classe ’85 Denilson Gabionetta. La società augura al calciatore le migliori fortune professionali”.
Denilson Gabionetta dice addio alla Salernitana. Ora è ufficiale, l’Hangzhou Greentown ha dato il benvenuto al brasiliano sul social network cinese Weibo. Da stakanovista a Godot, prima assurto a idolo e poi scaricato, complice anche il suo atteggiamento in campo. Che storia quella tra l’esterno di Campinas ed il sodalizio caro a Lotito e Mezzaroma. Una storia d’alti e bassi, come se ne vedono tante. “Odi et amo”. Perchè Salerno e la Salernitana hanno amato Gabio, la prima parte di stagione l’ha decisa lui, le sue folate improvvise, il suo essere sempre dannatamente imprevedibile. Poi il buio, il black-out, forse l’odio o comunque la stizza, il nervosismo per avere in campo un calciatore avulso dalla manovra che in campo bivaccava, ciondolava, s’accendeva ad intermittenza. Sperava di coronare un sogno: arrivare in serie A. In parte c’è riuscito, peccato debba accontentarsi della Super League cinese. Non proprio la serie A, certo, ma una frontiera che affascina, ha affascinato ed affascinerà tantissimi altri colleghi dell’esterno di Campinas. Da Guarin a Lavezzi, passando per Tim Cahill (sarà compagno di Gabionetta). Gli yen cinesi ingolosiscono un po’ tutti, a maggior ragione in tempi di magra. Il Vecchio Continente resta a guardare ed oggi saluta un altro suo calciatore. Dal Varese alla Salernitana, l’avventura italiana di Gabionetta finisce qui. Arrivederci o addio? Chissà. Lascia il granata dopo 5 reti stagionali, 11 complessive in una stagione e mezzo. Sabato c’è il Trapani e, curiosità, proprio all’andata iniziò la parabola discendente, quando calciò tra i guantoni di Rafael un calcio di rigore che avrebbe potuto cambiare le sorti del match con i siciliani. Lascia dopo una promozione guadagnata con lavoro e sudore. Lascia dopo aver evaso una richiesta (la goccia che ha fatto traboccare il vaso?) a cavallo tra il vecchio ed il nuovo anno solare: rinnovo del contratto in scadenza nel 2017 ed adeguamento. La Salernitana ha risposto picche e da quel momento, dopo aver rifiutato alcune proposte dal Brasile, il suo agente Ulisse Savini ha iniziato ad allacciare contatti con gli intermediari dell’Hangzhou Greentown. Il resto è storia nota. Le cifre? 600mila euro alla Salernitana e altrettanti – netti – per due stagioni (con opzione per la terza) al calciatore. Un affare per tutti. Un lieto fine che forse nessuno s’attendeva. Dal Sud America all’Oriente, passando per il Vecchio Continente. Che storia quella di Denilson Gabionetta, chiaro esempio di come la testa, a volte, conti mille volte più dei piedi. Nì hao, Gabio.
www.solosalerno.it