Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Oggi doppia seduta, per Terni Menichini valuta ipotesi della difesa a tre

Scritto da il

BRU_8105-radiobussolaA Terni con uno spartito tattico differente? Probabilmente sì. Ancora qualche giorno di lavoro per Menichini e il suo staff, che oggi con la doppia seduta si concentra sulla parte atletica, poi i dubbi saranno sciolti: il trainer di Ponsacco, dopo la prima apparizione “senza voler stravolgere molto”, potrebbe approfittare della settimana completa a sua disposizione per mutare qualcosa. Nella sua testa ci sarebbe infatti il 5-3-2 che già l’anno scorso, nei momenti di difficoltà, consentì alla squadra di compattarsi ed andare a fare risultati anche esterni senza soffrire molto. Certo, tempi e uomini sono drasticamente diversi. Ma anche il suo predecessore, Torrente, quando ha potuto s’è giocato la carta della difesa a cinque – o a tre, a seconda di come la si vede – per provare a strappare punticini preziosi, riuscendovi per esempio a Vicenza e Livorno. Infortuni e squalifiche non aiutano, da un lato. Al Liberati mancheranno sicuramente Empereur e Zito, fermati dal giudice sportivo, oltre agli infortunati, Tounkara, Prce, Schiavi e Ronaldo. Si lavora per consentire i recuperi di Moses Odjer (che sembra possibile, dopo il risentimento muscolare al flessore della coscia destra) ed Alfredo Donnarumma, vittima sabato di un duro colpo al fianco sinistro. Considerando questi ultimi due arruolabili al massimo per la panchina in un esempio intermedio tendente al pessimismo, Menichini potrebbe approfittare del recupero a pieno regime di Colombo, che sarebbe il quinto largo a destra con Franco dalla parte opposta: la stessa coppia di esterni che l’anno scorso fece ottime cose in talune occasioni. Ma era pur sempre Lega Pro. I tre centrali sarebbero, così, Ceccarelli (non ha accumulato grosso ritmo partita, la posizione potrebbe giovargli facendogli fare meno fatica, ndr), Bernardini ed uno tra Bagadur e Trevisan. Tuia potrebbe andare in panchina con Pollace e Rossi. A centrocampo sarebbero solo tre i calciatori disponibili se neppure Odjer dovesse farcela, ovvero Moro, Pestrin e Bovo. Scelta obbligata, quindi, a meno che il ghanese non riesca a tornare in lizza per un posto da titolare, oppure Menichini non decida di modificare l’atteggiamento in un 3-4-3 che potrebbe esaltare, da un lato, l’abbondanza nel reparto avanzato col ritorno tra i disponibili di Gabionetta, garantendosi un mediano in panchina per ogni evenienza. D’altro canto si tratterebbe di un modulo abbastanza spregiudicato, forse troppo per una gara delicata come quella di sabato in Umbria. In attacco, posto che Donnarumma potrebbe non essere rischiato, sarebbe uno tra Gabionetta e Gatto ad affiancare Coda in caso di 3-5-2. Le quotazioni di Oikonomidis sono infatti in leggero ribasso dopo la prestazione non brillantissima offerta contro il Pescara ed anche Bus parte nelle retrovie.
www.solosalerno.it