Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Due partite possono decidere il mercato della Salernitana

Scritto da il

salernitana-radiobussolaTutto in due partite, Cagliari e Como possono decidere il mercato della Salernitana e il futuro dello staff granata, tecnico e dirigenziale. Venti punti per i granata, la necessità di farne almeno tre in due partite per restare aggrappati a una media che sia nel 2004/05 che nel 2008/09 ha poi consegnato la salvezza a fine stagione con 51 punti. Nell’ultimo caso il ds era proprio Fabiani, che oggi pianifica le mosse di un mercato che sarà fatto anche in base ai risultati delle ultime due gare dell’anno: se Torrente non riuscisse a raccogliere almeno tre punti, la società potrebbe anche decidere di guardarsi intorno e valutare un cambio di guida tecnica. Anzi, secondo quanto riportato dal collega Eugenio Marotta sull’odierna edizione del Mattino, sarebbero stati già fatti due sondaggi: il già contrattualizzato Leonardo Menichini (sondato pure a fine ottobre) e Franco Colomba sarebbero i nomi più caldi per un eventuale ribaltone. E se dovesse tornare “Leo”, i rapporti non idilliaci sussistenti con il diesse granata dopo le incomprensioni della scorsa stagione, potrebbero anche far registrare clamorosi scenari anche a livello dirigenziale. Diverso sarebbe il discorso in caso di reazione della squadra e risultati soddisfacenti nelle ultime due partite del 2015, che darebbero maggiore solidità a panchina e scrivania. “Fa piacere essere accostati a una piazza come Salerno, specialmente se ci hai già lavorato, ma non ho sentito nessuno – dribbla Colomba, negli ultimi tempi avvistato a seguire da vicino le gare della Salernitana contro Ascoli e Modena – Ho visto cose buone e altre meno ma chi vive il gruppo nel quotidiano sa cosa fare: finora è mancata continuità ma ho grande rispetto del lavoro di Torrente”. Dal nome dell’allenatore, quindi dal modulo che sarà adottato, dipenderà molto anche l’andamento del calciomercato. Torrente o altri, tutti sono in discussione in questo delicato momento. Mister e direttore attuali intanto hanno già fatto il punto su come operare a gennaio: non sarà facile sfoltire, né trovare calciatori pronto utilizzo che abbiano giocato con continuità nella prima parte di stagione; occorrerà in ogni caso fare in fretta per poter sfruttare nel migliore dei modi le due settimane di sosta e presentarsi al derby contro l’Avellino già con un volto rinnovato e possibilmente più efficace.

www.solosalerno.it