Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Gustavo Vagenin in merito a Salernitana-Novara: “Tiferò per entrambe domenica, ho vissuto bei momenti da ambo le parti"

Scritto da il

gustavo-radiobussola

Tiferò per entrambe domenicaho vissuto bei momenti da ambo le parti. Sarà una grande partita, hanno entrambe qualità e spero vinca la migliore”. Non si sbilancia Gustavo Vagenin, il doppio ex più recente di Salernitana e Novara. Il calciatore brasiliano, attualmente al Messina, è intervenuto stamani in diretta sulle nostre frequenze nel corso del programma “Gli sporTaccioni” proprio per discutere del prossimo incontro tra le sue due ex squadre: Salernitana e Novara. L’ex granata crede che il cavalluccio avrà vita dura con una delle squadre più in forma del campionato, reduce da cinque vittorie nelle ultime sei partite, ma anche i piemontesi dovranno stare attenti: “Il Novara viene da un buon periodo, quindi sarà un match complicato per la Salernitana. Però i granata hanno un’arma in più: il loro pubblico, grazie a questo potranno vincere. Il momento dei granata non è roseo, ma c’è un detto “non può piovere per sempre”! Perciò spero che esca presto il sole per Salerno e per la Salernitana”. In particolare la Salernitana dovrà stare attenta al temibile reparto offensivo degli azzurri: “Tra le loro fila i più pericolosi sono Evacuo, che è davvero in forma, gli basta il minimo spazio per buttarla dentro, e Gonzalez che è velocissimo e in ripartenza è temibilissimo, perciò bisognerà stare molto attenti”. L’attaccante dei peloritani, in questo momento nelle zone alte della classifica nel Girone C di Lega Pro, anche se è ancora presto per dirlo vorrebbe centrare un’altra promozione, come nella scorsa stagione, quando però il Novara non l’ha confermato per il campionato cadetto: “Non porto rancore al Novara che non mi ha dato l’opportunità di giocare in Serie B, e neanche verso la Salernitana con cui avrei potuto arrivarci, sono scelte che vanno condivise. Spero di arrivare il prima possibile in cadetteria, è il mio obiettivo riuscire a giocare in serie superiori. Bisogna pensare positivo, ci arriverò presto”. Con un po’ di insistenza, infine, si riesce a strappargli di bocca la squadra che sosterrà domenica: “Non c’è una favorita, ma direi che mi auguro vinca la Salernitana perché sono stato più tempo a Salerno”.

www.solosalerno.it