Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Le parole di Torrente alla vigilia del match contro il Bari

Scritto da il

vincenzotorrente-radiobussola

Quando giochi la sfida dell’ex vorresti farlo nelle migliori condizioni possibili. Purtroppo per Torrente e la Salernitana non è questo il caso, vista la costante emergenza che caratterizza il cammino dei granata. Domani sera a Bari una prova difficile contro un avversario dalla classifica diversa, costruito per ambire alla promozione in massima serie: non sarà certo l’ambiente l’ostacolo principale, visto che al San Nicola sono attese vagonate di tifosi campani festanti, in virtù del gemellaggio sussistente con la tifoseria barese. Piuttosto, risulteranno fattori da tenere d’occhio il gran tasso tecnico dei galletti e l’esperienza dell’organico a disposizione di Nicola, tra i più anziani (al pari di quello della Salernitana) della categoria. Va detto che però anche il trainer biancorosso non se la sta passando meglio del collega cetarese, quanto a infortuni dei suoi in difesa.

Torrente, ancora una volta lontano da microfoni e taccuini nel prepartita, si affida esclusivamente al sito ufficiale della Salernitana per diffondere il suo pensiero alla vigilia della partita: “Il Bari, insieme a Cagliari e Cesena, è sicuramente una delle favorite alla vittoria del campionato e quella di domani sarà una gara molto difficile. Hanno una rosa importate con giocatori di qualità ma noi andiamo al San Nicola con grande rispetto dell’avversario e senza paura, con la voglia di fare la nostra partita e cercando di portare via un risultato positivo. Il Bari è una squadra costruita per vincere con delle individualità importanti che possono risolvere la partita da un momento all’altro e con ottimi tiratori bravi a sfruttare le palle inattive. Sarà necessaria grande attenzione e spirito di sacrificio per riuscire a imporre il nostro gioco” – dichiara il trainer – Quella di domani è indubbiamente una gara ricca di fascino per tanti motivi, dal gemellaggio tra le tifoserie ai miei trascorsi in Puglia. Porto dentro delle bellissime emozioni della mia esperienza a Bari dove ho trascorso due annate ricche di grandi soddisfazioni nonostante tante difficoltà. Ritorno quindi al San Nicola con grande piacere sperando di fare bene”.

Tante le assenze, non è una novità: “Pollace ha accusato un problema nella seduta di rifinitura di questa mattina ed è un’altra assenza in difesa. Proveremo a recuperare almeno per la panchina Lanzaro che non è comunque al massimo della condizione. In settimana abbiamo lavorato molto anche sulle possibili variazioni tattiche. Su cinque difensori centrali ne abbiamo quattro infortunati e Franco sarebbe comunque adattato al ruolo. Abbiamo provato diverse soluzioni e domani deciderò quale di queste adottare. Bernardini? Lo conoscevo già, ha fatto molto bene in passato. Ha personalità, fisicità ed è un giocatore che in questi due primi allenamenti ha già dato rassicurazioni sulla guida del reparto difensivo. Ha inevitabilmente bisogno di trovare la condizione giocando e domani partirà dalla panchina ma all’occorrenza potrebbe già dare il suo contributo. Sappiamo che domani ci attende una gara difficile, ma come sempre fatto fin qui ci metteremo tutto l’impegno per uscire dal San Nicola indenni”.

www.solosalerno.it