Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

Salernitana, la sconfitta l'amara medicina

Scritto da il

La vittoria annebbia la mente, questo verrebbe da pensare considerando che 15 giorni fa sempre all’Arechi la Salernitana vinceva contro l’Avellino 3 a 1. Se una settimana fa Gabionetta c’aveva messo una pezza, questa settimana l’attaccante brasiliano non c’è riuscito. Partiamo dalla fine se al 39esimo si sbaglia un rigore mentre si sta sotto di due reti a zero, qualcosa che non va c’è di sicuro. La mentalità è forse quello che  contraddistinto le Aquile rispetto ai Granata, i primi con la voglia di vincere, una sconfitta e un pareggio nelle prime due gare, i secondi con l’idea, salernitanaspeziaforse, che l’Arechi poteva essere un porto sicuro. Di sicuro in serie B c’è solo la consapevolezza che le partite finiscono al triplice fischio dell’arbitro e che per promozioni o retrocessioni si deve aspettare maggio. Una partita nata male quella tra Salernitana e Spezia già al 14esimo il gol di Brezovec fa capire dove soffia il vento. Spezia in avanti e Salernitana ad inseguire, a nulla servono i cambi Eusepi per Coda e Troianiello per Pestrin. All’83esimo il gol di Catellani chiude la partita, nulla serve il rigore fischiato a favore dei grata all’84esimo Eusepi manda il pallone sul palo. Martedì si torna in campo all’Adriatico contro il Pescara, l’unica speranza è che la sconfitta sia una medicina amara, che però rimetta in sesto il malato.