Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

News dalla Provincia – Radio Bussola 24

Scritto da il

giornali-radiobussola

Domenica di lutto per Mercato S.Severino che si è fermata per l’ultimo saluto a Giovanni Trotta, il 32enne morto in un incidente stradale sabato pomeriggio. Il giovane ha perso il controllo della sua moto schiantandosi contro un palo. Oltre 300 le persone presenti ai funerali del ragazzo molto conosciuto ed apprezzato in paese, così come la sua famiglia.

Inizio d’estate da dimenticare per alcune località ad Agropoli. Pare che la costruzione di una barriera per il ripascimento costiero e per limitare l’erosione avrebbe determinato cumuli di alghe, tanto da scoraggiare bagnanti e turisti ad immergersi nelle acque agropolesi. La polemica è già esplosa tra i gestori degli stabilimenti balneari, difatti l’amministrazione è corsa ai ripari, rimuovendo le alghe accumulate.

Una tartaruga Caretta Caretta, ieri notte, ha deposto circa un centinaio di uova sulla spiaggia del Mingardo a Marina di Camerota. Ad assistere alla scena un bagnante, che stava pescando nella zona, il quale ha subito contattato la Guardia Costiera, che a sua volta ha allertato i ricercatori della Stazione zoologica Anton Dohrn di Napoli, giunti sul luogo per monitorare lo stato di salute del nido. Presumibilmente la schiusa potrebbe avvenire a metà Agosto.

Un uomo di 68 anni di Sarno è stato arrestato per aver minacciato e aggredito gli Agenti che ad un posto di blocco lo hanno sottoposto ad un controllo di routine.

Viola i domiciliari e finisce in carcere. Protagonista della vicenda un anziano di 88 anni che deve scontare una pena di dieci mesi per resistenza a Pubblico Ufficiale. Già recidivo, nei giorni scorsi il Tribunale della Sorveglianza ha rigettato la richiesta di libertà presentata dal suo legale.

Un 67enne, residente a Prignano Cilento, è stato sorpreso a dar fuoco ad un tratto di macchia mediterranea nei pressi dello svincolo per la strada provinciale 430. Il rogo è stato spento dai Vigili del Fuoco, il piromane invece è stato ammanettato con l’accusa di incendio boschivo.

Gli uomini della Guardia di Finanza hanno sequestrato cinque immobili situati nel comune di San Pietro al Tanagro per un valore complessivo di 250mila euro. A finire nel mirino del tribunale di Lagonegro una società di capitale operante nel settore dell’edilizia accusata di evasione fiscale nel corso dell’anno 2012.