Traccia corrente

Titolo

Artista

Background

News dalla provincia

Scritto da il

Blitz al cimitero di Vietri sul Mare, dove le fiamme gialle hanno sequestrato un’intera area per alcune difformità nello smaltimento dei rifiuti cimiteriali. In particolare i militari hanno rinvenuto resti lignei di bare ed indumenti di defunti disseppelliti, controcasse di zinco e quant’altro proveniente dall’esumazione degli estinti. Al momento risulterebbero indagate due persone.

 

È comparso nella mattinata di ieri, all’ombra della torre Perrotti, sul lungomare di Santa Maria di Castellabate, un segnale di pericolo di animali vaganti. Si tratta sicuramente di una bravata da parte di qualcuno che si è voluto divertire piazzando il cartellone stradale in un luogo solitamente meta di passeggio per residenti e turisti. Il comando di polizia locale fa sapere che provvederà alla rimozione nelle prossime ore. Ma la foto, che mette in bella mostra il segnale di pericolo, è già diventata virale sui social network.

 

“Scrivo… Rifletto… Produco…”: gli alunni frequentanti il liceo Galizia di Nocera Inferiore, avranno occasione di realizzare un prodotto editoriale cartaceo e on line, promosso dalla presidenza dell’associazione nazionale di Giornalismo Scolastico, riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione, con rilascio di attestato di riconoscimento da parte del Presidente della Repubblica. L’idea nasce dal desiderio di voler conoscere, fare scuola raccontando e raccontandosi. “Il desiderio dei giovani di espressione dei giovani viene veicolato attraverso l’ approfondimento di tematiche legate alla legalità; confrontarsi su argomenti di ordine sociale è l’obiettivo del progetto”.

 

L’associazione ambientalista Fare Verde-Cilento si mobilita contro il disegno di legge che vuole sopprimere il Corpo Forestale dello Stato. La presidente Assunta Grippo, ha così dichiarato: “la proposta di Fare Verde onlus è quella  di far  svolgere  il Servizio Civile Volontario nel CFS per creare una Guardia Nazionale che difenda il territorio nazionale, ponendo fine al continuo colpevole abbandono del suolo evidenziato  solo (purtroppo)  dopo devastanti alluvioni o altre emergenze  ambientali. Sicuramente sopprimere il CFS sarebbe un favore alle ecomafie,agli inquinatori, a chi non ha rispetto per la natura e la salute pubblica”.

 

Scritte xenofobe, slogan e manifesti che inneggiano all’odio razziale contro gli immigrati ritrovati su alcuni muri dell’Università degli Studi di Salerno. Una ondata razzista che sembra non riguardare solo l’ateneo di Fisciano, ma anche molti centri della Valle dell’ Irno. giornale